Il Metodo al Teatro Manzoni

Jordi Garcelan chiude la stagione del Teatro Manzoni con la commedia Il Metodo

Il metodo al Teatro Manzoni di Milano
Il metodo al Teatro Manzoni di Milano

Il cartellone del Teatro Manzoni di Milano chiude la stagione di prosa con la commedia Il Metodo di Jordi Garcelan, una delle pièce teatrali spagnole di maggior successo degli ultimi anni, diventata quasi un cult a livello europeo. Il copione, scritto nel 2003, ha infatti riscosso un grandioso successo nelle sale di oltre 20 paesi, riuscendo a catturare l’attenzione di circa un milione di spettatori.
La versione italiana del 2016 è stata affidata alla regia di Lorenzo Lavia e vede come interpreti Antonello Fassari, Giorgio Pasotti, Fiorella Rubino e Gigio Alberti.
Come molti dei recenti spettacoli made in Spain, Il Metodo tratta di temi molto moderni, situazioni che possono accadere e accadono ogni giorno nella nostra società contemporanea, spesso portate all’esasperazione per meglio mettere in luce alcuni aspetti sociologicamente interessanti.

Continue reading

La Via Del Successo al Manzoni

Il musical La Via del Successo con Amii Stewart porta il grande R&B americano al Teatro Manzoni di Milano

La via del successo con Amii Stewart al Teatro Manzoni di Milano
La via del successo con Amii Stewart al Teatro Manzoni di Milano

Per tutti gli appassionati della grande musica degli anni ’60 e ’70 arriva a Milano, al Teatro Manzoni il musical La Via  Del Successo, scritto da Tiziana D’Anella e Lena Sarsen, liberamente ispirato al gruppo delle Supremes di Diana Ross, la grandissima regina della disco music.
Lo spettacolo è basato sulla storia di un gruppo di tre ragazze, unite dalla comune passione per la danza e la musica, Karen, Mary e Frenchie che decidono di scrivere un musical e di proporlo al pubblico americano. Con l’aiuto di un importante manager musicale e grazie alle indiscutibili doti canore delle ragazze, il musical avrà un tale rapido successo da permettere al gruppo di firmare un contratto discografico che le lancerà verso una fama planetaria. Il giornalista Alan Coleman seguirà le tappe principali di questa rapida ascesa, fino ad ospitarle nel suo salotto televisivo.
La via del successo é la storia, un po’ romanzata,  delle Supremes, ma è soprattutto la storia del grande R&B americano, della Motown e della grande musica afroamericana che finalmente riscuote il meritato successo a livello mondiale.

Continue reading

Philippe Daverio a Manzoni Cultura

Edoardo Sylos Labini intervisterà Philippe Daverio lunedì 11 aprile al Teatro Manzoni di Milano

Philippe Daverio ospite di Manzoni Cultura alTeatro Manzoni di Milano
Philippe Daverio ospite di Manzoni Cultura al Teatro Manzoni di Milano

Per il ciclo Manzoni Cultura, il format ideato e condotto da Edoardo Sylos Labini, lunedì 11 aprile alle ore 21:00, il palcoscenico del Teatro Manzoni di Milano ospiterà lo storico dell’arte Philippe Daverio, autore di numerose pubblicazioni e protagonista di alcune trasmissioni televisive di successo, nonché  ex assessore alla Cultura del Comune di Milano.
La serata si preannuncia molto interessante e divertente. Accompagnato dalla colonna sonora dell’estroso Paul Vallery che abbiamo avuto modo di conoscere ed apprezzare in altri spettacoli di Labini, Philippe Daverio si racconterà al pubblico in sala, ma soprattutto ci condurrà per mano in un coinvolgente viaggio alla scoperta dei grandi capolavori milanesi.

Continue reading

Quei due al Teatro Manzoni

La coppia Tullio Solenghi e Massimo Dapporto porta in scena Quei due, versione italiana della commedia Il Sottoscala di Dyer

Quei due con Tullio Solenghi e Massimo Dapporto al Teatro Manzoni di Milano
Quei due con Tullio Solenghi e Massimo Dapporto al Teatro Manzoni di Milano

Il Sottoscala” è una commedia inglese di Charles Dyer che ha avuto un notevole successo internazionale, soprattutto grazie all’adattamento cinematografico del 1969 con Richard Burton e Rex Harrison. Nello stesso anno lo spettacolo fu proposto anche a teatro in Italia da Paolo Stoppa e Renzo Ricci e oggi, a distanza di quasi cinquant’anni, la coppia Harry e Charlie torna sul palcoscenico dei teatri italiani con “Quei due” interpretati da Tullio Solenghi e Massimo Dapporto.
La storia è ambientata nell’Inghilterra degli anni ’60, quando era ancora in vigore il Buggery Act, emanato da re Enrico VIII nel 1533, che puniva i rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso. La legge, molto contestata e spesso utilizzata per fini politici, fu applicata fino al 1969 e fece condannare un numero elevatissimo di omosessuali, tra i quali anche lo scrittore Oscar Wilde. Stupisce molto, tra l’altro, il fatto che sia ancor oggi in vigore in alcuni stati americani e dell’ex Commonwealth.

Continue reading

Mi piaci perchè sei così al Manzoni

Gabriele Pignotta e Vanessa Incontrada portano in scena al Teatro Manzoni di Milano la commedia Mi piaci perchè sei così

Mi piaci perchè sei così con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta al Teatro Manzoni di Milano
Mi piaci perchè sei così con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta al Teatro Manzoni di Milano

I temi delle difficoltà nel rapporto di coppia e della ormai accertata differenza di base tra uomo e donna sono stati messi in scena già innumerevoli volte, sia al cinema sia in teatro, rendendo ormai piuttosto complicato riuscire a scrivere un copione originale e spassoso. Ma il bravissimo Gabriele Pignotta, con un grande senso dello humor, è pienamente riuscito nell’impresa, scrivendo “Mi piaci perchè sei così”, una commedia brillante e divertente, una specie di Harry ti presento Sally all’italiana.

Continue reading

La Gatta sul tetto che scotta al Manzoni

Vittoria Puccini, la gatta sul tetto sul tetto che scotta, seduce e graffia nel capolavoro di Tennessee Williams

La gatta sul tetto che scotta al Teatro Manzoni di Milano
La gatta sul tetto che scotta al Teatro Manzoni di Milano

Era tanto tempo che La Gatta sul tetto che scotta, il dramma più conosciuto di Tennessee Williams non veniva rappresentato a teatro e oggi, finalmente, è possibile ammirarlo, al Teatro Manzoni di Milano, nella nuova produzione con la regia di Arturo Cirillo. La Gatta sul tetto che scotta è un vero classico della drammaturgia statunitense, scritto nel 1954, pièce teatrale che valse a Williams il secondo Pulitzer e ben 6 nomination all’Oscar nella trasposizione cinematografica con Elizabeth Taylor e Paul Newman.

Continue reading

L’uomo, la bestia e la virtù

La commedia di Luigi Pirandello L’uomo, la bestia e la virtù in scena al Teatro Manzoni di Milano

L'uomo, la bestia e la virtù di Pirandello al Teatro Manzoni di Milano
L’uomo, la bestia e la virtù di Pirandello al Teatro Manzoni di Milano

Il Teatro Manzoni apre il calendario di prosa del 2016 con la commedia L’uomo, la bestia e la virtù, un classico del teatro di Luigi Pirandello rivisitato in chiave moderna ed essenziale, ma senza dimenticare quelle atmosfere del secolo scorso tanto care al drammaturgo siciliano.
Il copione de L’uomo, la bestia e la virtù, scritto nel lontano 1919 e andato in scena per la prima volta proprio a Milano, al teatro Olimpia di piazza Cairoli, sebbene non avesse ricevuto alla prima rappresentazione grande successo, si è poi affermato come una delle migliori pièce teatrali del grande maestro.
La commedia, o meglio l’apologo come Pirandello stesso lo definì, mette in luce la vera natura umana con i suoi vizi e le sue ipocrisie, ben nascoste agli altri dal gioco delle maschere che celano la verità. La trama, tanto semplice quanto efficace, narra le vicende della signora Perella, moglie virtuosa di un capitano di marina, donna pudica e buona madre di famiglia nelle apparenze, ma che in mancanza di rapporti amorosi con il coniuge, che copre di attenzioni solo l’amante napoletana, non disdegna la corte del professor Paolino, uomo all’apparenza perbenista e irreprensibile, e ne diventa l’amante.

Continue reading

Calendar girls al Manzoni

Angela Finocchiaro e le Calendar girls sorprendono il pubblico del Teatro Manzoni di Milano

Calendar girls al teatro Manzoni di Milano
Calendar girls al teatro Manzoni di Milano

Dopo il grande successo dello spettacolo “La Scena”, Angela Finocchiaro torna a calcare il palcoscenico del Manzoni di Milano con la nuova pièce Calendar Girls in cartellone fino al 29 novembre. La commedia, tratta dall’omonimo film del 2004 di Nigel Cole, racconta la storia vera di un gruppo di donne inglesi, appartenenti all’associazione benefica cattolica Women’s Institute che, dopo la morte per leucemia del marito di una di loro, decidono di raccogliere fondi destinati all’acquisto di un divano per l’ospedale locale.  Le “ragazze” guidate dalla spumeggiante Chris alias Angela Finocchiaro, decidono di realizzare un calendario ben diverso dai precedenti dedicati ai paesaggi dello Yokshire, posando nude mentre attendono alle quotidiane faccende domestiche. Le vendite del calendario vanno oltre qualsiasi immaginabile aspettativa, tanto da rendere le protagoniste delle vere star internazionali, ospitate perfino in televisione nel Tonight Show di Jay Leno, uno dei programmi più popolari del panorama televisivo americano. Ma tanto successo porta anche una maggiore difficoltà nei rapporti tra le girls, creando dissapori e invidie, che termineranno solo con la fine delle vendite del calendario e il ritorno alla normalità alla lenta vita di sempre tra le verdi colline dello Yorkshire.

 

La trasposizione teatrale del film ha riscosso un grande successo in Inghilterra e viene ora proposta in Italia con un’ottima veste italiana al difficile e particolare humor tipicamente inglese grazie  all’adattamento e alla regia di Cristina Pezzoli. Il cast dello spettacolo colpisce subito per lo splendido affiatamento e la coralità nella recitazione, con una Angela Finocchiaro in gran forma, ben affiancata da un’inossidabile Ariella Reggio e da un’affiatata compagine femminile completata da Laura Curino, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro, Matilde Facheris, Carlina Torta e Noemi Parroni. Completano il cast di Calendar girls Titino Carrara e Marco Brinzi, a cui sono state affidate due parti ciascuno delle quattro figure maschili presenti nella pièce.

La commedia è molto divertente, si ride e sorride per ben più di due ore, ma tra l’ilarità scaturita dalle situazioni comiche rimane sempre presente la grande drammaticità della vicenda umana alla base del copione. In una scenografia semplice ma di grande effetto che si divide tra le verdi colline inglesi e l’interno della sala parrocchiale va infatti in scena la storia di questo coraggioso gruppo di donne che hanno saputo superare difficoltà, pregiudizi e bigotteria per portare a termine un’impresa unconventional, spinte da quel sentimento di solidarietà e altruismo tanto sentito nelle comunità no profit. Ma la vera protagonista della commedia Calendar girls è la vita, con i suoi alti e bassi, i suoi momenti di grande serenità e spensieratezza alternati alla tragedia della malattia e della morte. E l’avvicendarsi delle stagioni sul palco assume così un significato metaforico, oltre che reale, dell’inesorabile e puntuale fluire del tempo.
Angela Finocchiaro si trova perfettamente a suo agio nel ruolo di Chris e con la sua recitazione poliedrica riesce a conquistare il vasto pubblico del teatro in ogni istante, sia nelle battute più lievi sia nei dialoghi più toccanti. Calendar girls è uno spettacolo teatrale da vedere, perchè è una riuscitissima  rappresentazione scenica di una storia vera e coinvolge  il pubblico lasciando un seme di speranza e una promessa di vita, proprio come i semi di girasole del marito di Annie.

Alziamo le palette, si vota!
Cast: eccellente e molto affiatato, 8.
Scenografia: essenziale ma molto adatta al copione, 8.
Costumi: realistici, 8.
Copione: una storia vera, coinvolgente, 9.
Dove: al Teatro Manzoni di Milano.
Quando: fino al 29 novembre 2015.
Perchè: per sorridere un po’ anche di fronte alle grandi tragedie della vita.
Con chi: con le amiche.
Info: http://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/calendar-girls

Continue reading

La Grande Guerra di Mario

Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano con La Grande Guerra di Mario

La Grande Guerra di Mario Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano
La Grande Guerra di Mario Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano

Dopo averlo applaudito e amato nelle vesti del Vate Gabriele D’Annunzio e in quelle di un attualissimo Nerone, in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale, Edoardo Sylos Labini torna, in prima nazionale, al Teatro Manzoni di Milano con il suo nuovo spettacolo La Grande Guerra di Mario, una pièce liberamente tratta dal capolavoro di Mario MonicelliLa Grande Guerra”. Ne La Grande Guerra di Mario di Angelo Crespi ed Edoardo Sylos Labini il copione del film è però soltanto una traccia, un canovaccio sul quale gli autori imbastiscono una storia diversa, ambientata durante la Grande Guerra del ’15-’18, mantenendo tuttavia l’impianto storico e la caratterizzazione dei personaggi che animano la scena.
Continue reading

Cercando segnali d’amore nell’universo. Luca Barbareschi si racconta a teatro.

Un Luca Barbareschi strepitoso al Manzoni di Milano.

luca barbareschi
Luca Barbareschi © teatroamilano.it

Luca Barbareschi è come il cioccolato extra fondente: non può lasciarti indifferente, ti piace o non ti piace, o lo ami o lo odi. E io lo amo. E come me l’ha amato tutto il pubblico presente al suo nuovo spettacolo Cercando segnali d’amore nell’universo, andato in scena ieri sera al Teatro Manzoni di Milano e in cartellone fino all’8 marzo. Due ore senza intervallo, dal ritmo serrato, accompagnato sul palco dal Marco Zurzolo 5tet, a parlarci della sua vita, dall’infanzia alla maturità, del suo brillante percorso professionale di 40 anni di carriera e della sua intensa vita privata. Un monologo incalzante, alternato a brani di recitazione tratti da Enrico V, Riccardo III e Il Gattopardo, in cui l’attore dimostra, oltre al suo profondo amore per il teatro, una grande bravura e una perfetta sintonia con il palcoscenico. E poi le canzoni e la musica, fedele compagna di vita con il suo potere salvifico e catartico.
Continue reading