La Gatta sul tetto che scotta al Manzoni

Vittoria Puccini, la gatta sul tetto sul tetto che scotta, seduce e graffia nel capolavoro di Tennessee Williams

La gatta sul tetto che scotta al Teatro Manzoni di Milano
La gatta sul tetto che scotta al Teatro Manzoni di Milano

Era tanto tempo che La Gatta sul tetto che scotta, il dramma più conosciuto di Tennessee Williams non veniva rappresentato a teatro e oggi, finalmente, è possibile ammirarlo, al Teatro Manzoni di Milano, nella nuova produzione con la regia di Arturo Cirillo. La Gatta sul tetto che scotta è un vero classico della drammaturgia statunitense, scritto nel 1954, pièce teatrale che valse a Williams il secondo Pulitzer e ben 6 nomination all’Oscar nella trasposizione cinematografica con Elizabeth Taylor e Paul Newman.

Continue reading

Storie di Claudia

La Gerini si racconta al Teatro Nuovo di Milano in Storie di Claudia

Storie di Claudia con Claudia Gerini al Teatro Nuovo di
Storie di Claudia con Claudia Gerini al Teatro Nuovo di Milano

A distanza di quasi 15 anni dall’ultima rappresentazione teatrale, Claudia Gerini torna sul palcoscenico portando in scena una pièce scritta insieme a Giampiero Solari, Paola Galassi e Micaela Andreozzi, con la regia di Giampiero Solari.
Dopo il successo delle prime tappe, la tournée nazionale di “Storie di Claudia” approda al Teatro Nuovo di Milano, dove rimarrà in scena fino a San Valentino.
Anche a Milano l’aspettativa è alta e alla prima di venerdì il teatro fa registrare il classico sold out, con una lunga fila al botteghino, confermando che la Gerini è una delle attrici più amate del momento.

Continue reading

Un’ora di tranquillità al Nuovo

Massimo Ghini diverte il pubblico del Teatro Nuovo con la commedia francese Un’ora di tranquillità

Un'ora di tranquillità con Massimo Ghini al Teatro Nuovo di Milano
Un’ora di tranquillità con Massimo Ghini al Teatro Nuovo di Milano

Dopo averlo tanto amato nei panni di Luciano Ferrucci nella serie televisiva “Raccontami”, non abbiamo perso l’occasione per andare a vedere Massimo Ghini a teatro, regista e interprete principale della commedia Un’ora di tranquillità, in scena al Nuovo di Milano fino al 31 gennaio.
Grande successo in Francia nella passata stagione, Un’ora di tranquillità è una commedia francese di Florian Zeller che Ghini propone al pubblico italiano con tutta la sua carica di simpatia e comicità. Il copione si basa sul più classico meccanismo del vaudeville e si snoda tra battute serrate, equivoci e situazioni al limite dell’assurdo.

Continue reading

L’uomo, la bestia e la virtù

La commedia di Luigi Pirandello L’uomo, la bestia e la virtù in scena al Teatro Manzoni di Milano

L'uomo, la bestia e la virtù di Pirandello al Teatro Manzoni di Milano
L’uomo, la bestia e la virtù di Pirandello al Teatro Manzoni di Milano

Il Teatro Manzoni apre il calendario di prosa del 2016 con la commedia L’uomo, la bestia e la virtù, un classico del teatro di Luigi Pirandello rivisitato in chiave moderna ed essenziale, ma senza dimenticare quelle atmosfere del secolo scorso tanto care al drammaturgo siciliano.
Il copione de L’uomo, la bestia e la virtù, scritto nel lontano 1919 e andato in scena per la prima volta proprio a Milano, al teatro Olimpia di piazza Cairoli, sebbene non avesse ricevuto alla prima rappresentazione grande successo, si è poi affermato come una delle migliori pièce teatrali del grande maestro.
La commedia, o meglio l’apologo come Pirandello stesso lo definì, mette in luce la vera natura umana con i suoi vizi e le sue ipocrisie, ben nascoste agli altri dal gioco delle maschere che celano la verità. La trama, tanto semplice quanto efficace, narra le vicende della signora Perella, moglie virtuosa di un capitano di marina, donna pudica e buona madre di famiglia nelle apparenze, ma che in mancanza di rapporti amorosi con il coniuge, che copre di attenzioni solo l’amante napoletana, non disdegna la corte del professor Paolino, uomo all’apparenza perbenista e irreprensibile, e ne diventa l’amante.

Continue reading

Raul Cremona nel Festival della Magia

Al Teatro Manzoni di Milano va in scena il Festival della Magia di Raul Cremona

Il festival della Magia di Raul Cremona
Il festival della Magia di Raul Cremona

La televisione era ancora in bianco e nero, erano i primi anni ’70, quando il mago Silvan stupiva gli italiani, grandi e piccini, con i suoi sapienti giochi di prestidigitazione, accompagnati dall’immancabile formula magica Sim sala bim.
Da allora molto è cambiato, ma i maghi continuano a incantare il pubblico di ogni età. Sarà per la nostra voglia di giocare, di farci stupire, di assistere a piccoli miracoli inspiegabili, ma la magia è sempre capace di catalizzare la nostra attenzione, nel vano tentativo di scoprire il ben celato trucco.
Con l’obiettivo di dar vita a un vero e proprio appuntamento annuale per i maghi d’Italia, Raul Cremona, mago e cabarettista milanese, dopo aver furoreggiato tra Derby, Zelig e programmi televisivi di grande successo, porta al Teatro Manzoni di Milano fino al 6 gennaio il Festival della Magia, una serie di serate nelle quali i migliori maghi e illusionisti italiani si alternano sul palco per regalarci un inizio d’anno all’insegna della magia.
Continue reading

Billy Elliot il musical, al Nuovo

In scena al Teatro Nuovo di Milano Billy Elliot, il nuovo musical di Piparo

Billy Elliot, il musical di Piparo al Teatro Nuovo di Milano
Billy Elliot, il musical di Piparo al Teatro Nuovo di Milano

Finalmente è arrivato anche a Milano Billy Elliot, il musical che ha fatto letteralmente impazzire Londra e New York. Il Teatro Nuovo di piazza San Babila ospita, infatti, fino al 10 gennaio, la grande produzione italiana con la regia di Massimo Romeo Piparo e un cast ben nutrito di 30 ballerini-cantanti-attori.
Il copione del musical è tratto dal film di Lee Hall del 2005 interpretato da Jamie Bell, con la regia di Stephen Daldry. Il film ha avuto un grande successo di pubblico in tutte le sale europee, specialmente in UK, nel quale è ambientato. È la storia di un ragazzino inglese, figlio di minatori, che in un’Inghilterra duramente provata dai rigori dell’amministrazione Thatcher, si scopre irresistibilmente attratto dal mondo della danza classica più che dal pugilato al quale il padre lo vorrebbe indirizzare.
Billy, aiutato e spronato da Mrs. Wilkinson, la maestra di danza che lo vorrebbe preparare per un’audizione per il Royal Ballet School, viene osteggiato in tutti i modi dal padre e dal fratello, che non riescono a comprendere le reali potenzialità del ragazzo, destinato, come loro, a una vita di duro lavoro in miniera.
Ma la storia di Billy è solo il pretesto per affrontare i temi più scottanti della Londra degli anni ’80. Nello spettacolo vengono infatti messi in luce la grande tensione politica e sociale del periodo, la durezza e la tragedia del braccio di ferro tra i minatori e il primo ministro, l’omosessualità ancora malvista da ampi strati della popolazione e il machismo imperante che si contrappone alla delicatezza e alla sensibilità del mondo della danza.

Continue reading

Calendar girls al Manzoni

Angela Finocchiaro e le Calendar girls sorprendono il pubblico del Teatro Manzoni di Milano

Calendar girls al teatro Manzoni di Milano
Calendar girls al teatro Manzoni di Milano

Dopo il grande successo dello spettacolo “La Scena”, Angela Finocchiaro torna a calcare il palcoscenico del Manzoni di Milano con la nuova pièce Calendar Girls in cartellone fino al 29 novembre. La commedia, tratta dall’omonimo film del 2004 di Nigel Cole, racconta la storia vera di un gruppo di donne inglesi, appartenenti all’associazione benefica cattolica Women’s Institute che, dopo la morte per leucemia del marito di una di loro, decidono di raccogliere fondi destinati all’acquisto di un divano per l’ospedale locale.  Le “ragazze” guidate dalla spumeggiante Chris alias Angela Finocchiaro, decidono di realizzare un calendario ben diverso dai precedenti dedicati ai paesaggi dello Yokshire, posando nude mentre attendono alle quotidiane faccende domestiche. Le vendite del calendario vanno oltre qualsiasi immaginabile aspettativa, tanto da rendere le protagoniste delle vere star internazionali, ospitate perfino in televisione nel Tonight Show di Jay Leno, uno dei programmi più popolari del panorama televisivo americano. Ma tanto successo porta anche una maggiore difficoltà nei rapporti tra le girls, creando dissapori e invidie, che termineranno solo con la fine delle vendite del calendario e il ritorno alla normalità alla lenta vita di sempre tra le verdi colline dello Yorkshire.

 

La trasposizione teatrale del film ha riscosso un grande successo in Inghilterra e viene ora proposta in Italia con un’ottima veste italiana al difficile e particolare humor tipicamente inglese grazie  all’adattamento e alla regia di Cristina Pezzoli. Il cast dello spettacolo colpisce subito per lo splendido affiatamento e la coralità nella recitazione, con una Angela Finocchiaro in gran forma, ben affiancata da un’inossidabile Ariella Reggio e da un’affiatata compagine femminile completata da Laura Curino, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro, Matilde Facheris, Carlina Torta e Noemi Parroni. Completano il cast di Calendar girls Titino Carrara e Marco Brinzi, a cui sono state affidate due parti ciascuno delle quattro figure maschili presenti nella pièce.

La commedia è molto divertente, si ride e sorride per ben più di due ore, ma tra l’ilarità scaturita dalle situazioni comiche rimane sempre presente la grande drammaticità della vicenda umana alla base del copione. In una scenografia semplice ma di grande effetto che si divide tra le verdi colline inglesi e l’interno della sala parrocchiale va infatti in scena la storia di questo coraggioso gruppo di donne che hanno saputo superare difficoltà, pregiudizi e bigotteria per portare a termine un’impresa unconventional, spinte da quel sentimento di solidarietà e altruismo tanto sentito nelle comunità no profit. Ma la vera protagonista della commedia Calendar girls è la vita, con i suoi alti e bassi, i suoi momenti di grande serenità e spensieratezza alternati alla tragedia della malattia e della morte. E l’avvicendarsi delle stagioni sul palco assume così un significato metaforico, oltre che reale, dell’inesorabile e puntuale fluire del tempo.
Angela Finocchiaro si trova perfettamente a suo agio nel ruolo di Chris e con la sua recitazione poliedrica riesce a conquistare il vasto pubblico del teatro in ogni istante, sia nelle battute più lievi sia nei dialoghi più toccanti. Calendar girls è uno spettacolo teatrale da vedere, perchè è una riuscitissima  rappresentazione scenica di una storia vera e coinvolge  il pubblico lasciando un seme di speranza e una promessa di vita, proprio come i semi di girasole del marito di Annie.

Alziamo le palette, si vota!
Cast: eccellente e molto affiatato, 8.
Scenografia: essenziale ma molto adatta al copione, 8.
Costumi: realistici, 8.
Copione: una storia vera, coinvolgente, 9.
Dove: al Teatro Manzoni di Milano.
Quando: fino al 29 novembre 2015.
Perchè: per sorridere un po’ anche di fronte alle grandi tragedie della vita.
Con chi: con le amiche.
Info: http://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/calendar-girls

Continue reading

3 donne in cerca di guai

Corinne Clery, Barbara Bouchet e Iva Zanicchi divertono il pubblico del Teatro Nuovo di Milano con la commedia francese “3 donne in cerca di guai”

Clery Bouchet e Zanicchi 3 donne in cerca di guai al Teatro Nuovo di Milano
Clery Bouchet e Zanicchi 3 donne in cerca di guai al Teatro Nuovo di Milano

Corinne Clery, Barbara Bouchet e Iva Zanicchi portano al Teatro Nuovo di Milano “3 donne in cerca di guai”, una divertente commedia francese tratta da “Les Amazones” di Jean-Marie Chevret, un grande successo di critica e pubblico nel paese transalpino. La pièce è piaciuta così tanto a Corinne Clery che, acquistandone i diritti, ha deciso di proporla anche in Italia, scegliendo come interpreti la Bouchet e la Zanicchi, quest’ultima al suo vero debutto in teatro.
Continue reading

La Grande Guerra di Mario

Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano con La Grande Guerra di Mario

La Grande Guerra di Mario Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano
La Grande Guerra di Mario Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio al Teatro Manzoni di Milano

Dopo averlo applaudito e amato nelle vesti del Vate Gabriele D’Annunzio e in quelle di un attualissimo Nerone, in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale, Edoardo Sylos Labini torna, in prima nazionale, al Teatro Manzoni di Milano con il suo nuovo spettacolo La Grande Guerra di Mario, una pièce liberamente tratta dal capolavoro di Mario MonicelliLa Grande Guerra”. Ne La Grande Guerra di Mario di Angelo Crespi ed Edoardo Sylos Labini il copione del film è però soltanto una traccia, un canovaccio sul quale gli autori imbastiscono una storia diversa, ambientata durante la Grande Guerra del ’15-’18, mantenendo tuttavia l’impianto storico e la caratterizzazione dei personaggi che animano la scena.
Continue reading

I Promessi Sposi agli Arcimboldi

La grande opera moderna di Michele Guardì per I Promessi Sposi, il romanzo storico di Alessandro Manzoni

I Promessi Sposi – Opera moderna di Michele Guardì al Teatro degli Arcimboldi
I Promessi Sposi – Opera moderna di Michele Guardì al Teatro degli Arcimboldi

In occasione di Expo Milano 2015, dopo il grande successo delle passate stagioni,‘I Promessi Sposi – Opera Moderna’ torna a Milano al Teatro degli Arcimboldi fino al 25 ottobre, prima tappa di una tournée che porterà il capolavoro manzoniano nelle principali città italiane. Se pensiamo a I promessi Sposi non possiamo non ricordare le tediose quanto interminabili lezioni di italiano al liceo, quando ogni singola pagina del polpettone del Manzoni ci procurava immensa noia e soprattutto copiose fatiche nelle infinite ore di studio. In realtà ne I Promessi Sposi si narra una storia avvincente e piena di colpi di scena, al punto che, rileggendolo in età adulta, lo troveremmo intrigante ed estremamente moderno, quasi come un libro di Ken Follett. Tra l’altro questo romanzo d’amore e d’avventura è un testo talmente moderno che il regista Michele Guardì ha deciso di farne uno spettacolo teatrale, utilizzando un azzeccatissimo format a metà tra l’opera e il musical, ma senza mai perdere di vista il testo originale. Il nutrito cast composto da 13 attori e 20 ballerini, le musiche di Pippo Flora e le coreografie di Luciano Cannito, sono la chiave di questo grande successo, che sa unire una lettura rigorosa del testo originale al moderno linguaggio musicale.
Continue reading